SilentHillChronicles.it si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Se accedi a un qualunque elemento sottostante acconsenti a utilizzarli.

Silent Hill Chronicles Italia

SHCLOGOSilent Hill

SHCLOGO

 

Ecco una corposa premessa prima di passare alla recensione vera e propria, sicuramente dovuta a chi si avvicina per la prima volta alla saga, per spiegarvi come si e' arrivati ai fatti raccontati in Silent Hill.
SH prende il nome dai nativi americani, che usavano chiamarla "La collina degli Spiriti Silenziosi" per le cerimonie sacre che vi si svolgevano. In seguito i nativi americani abbandonarono queste terre non perche' cacciati dai successivi coloni come si credeva, ma per ragioni sconosciute. 
In breve tempo il luogo divenne, da landa popolosa e attiva, un luogo desolato ed abbandonato a se stesso.
Silent Hill fu fondata verso il 1820, anno in cui fu costruita anche la prima prigione.
In seguito, nella guerra civile americana, divenne un campo di prigionia e di esecuzioni. Al condannato spettava la scelta della sua tragica morte, cioe' "impiccato o infilzato ". Uno degli esecutori piu' crudeli, all'epoca soprannominato "il macellaio"  scompari' dopo una rivolta ed il corpo non fu mai rinvenuto. Passarono gli anni, la guerra fini' e il lato oscuro della cittadina torno' di nuovo in letargo.
Nel 1880 nacque il Silent Hill Brookhaven Hospital, in risposta ad una grande epidemia successiva ad una massiva ondata d'immigrazione nell'area.
Originariamente poco piu' di una casupola atta a curare i feriti ed i morenti, il Brookhaven Hospital crebbe gradualmente col passare degli anni fino a diventare un edificio di media grandezza.Brookhaven_Hospital_by_brokenotes
L'immigrazione gioco' un ruolo fondamentale nell'evoluzione di SH che col tempo si sviluppo' in una regione multi-culturale e religiosa dove nuovi visitatori e turisti erano i benvenuti.
D'altronde le caratteristiche geografiche, sociali ed economiche rendevano SH in quel periodo, una meta particolarmente invitante.
Il risultato dell'incontro tra piu' religioni diede vita ad un culto ben preciso.
Col tempo si mescolarono credenze e riti mutuati dai nativi americani con le religioni dei vari coloni europei, perlopiu' facenti capo alla religione cattolica romana.
Il culto di Dio si diffuse a macchia d'olio, coadiuvato anche da pratiche religiose che prevedevano l'uso di alcune erbe allucinogene autoctone, in grado di far entrare il fedele in uno stato di totale trance.
Col passar del tempo la chiesa cattolica romana allungo' le suo grinfie fino a SH, creando vere e proprie comunità religiose cristiane, bandendo i rituali, i santi e le storie originariamente proprie ma modificate in seguito all'incontro tra religioni indigene e quelle esportata dai coloni.
Il culto di Samael (questo era il nome del Dio) nonostante numerosi tentativi di censura fu perpetuato attraverso pochi eletti in maniera durevole e sommessa.samael
In maniera costante ad intervalli irregolari, eventi nefasti si sono abbattuti sulla cittadina.
Uno dei piu' rilevanti riguarda il lago di Toluka e la tragerdia della "Little Barones", molto probabilmente una leggenda, nata per creare attorno alla zone un forte alone di mistero.
Tutto accadde in un nebbioso (tanto per cambiare) giorno di novembre del 1918.
La prima guerra mondiale era finita da poco e la "Little Barones", nave-traghetto per giri turistici, imbarco' un numero discreto di clienti, ben 14.
Dopo ben 4 ore, la polizia si movimentò per prestare soccorso al traghetto con il motore in panne.
La Little Barones svani' letteralmente nella nebbia, anche nei giorni successivi non fu trovata nessuna traccia, giubbetto di salvataggio o asse di legno.
Alcuni cittadini incominciarono ad attribuire tutto cio' ad un'altra leggenda: una chiesetta abbandonata al centro del lago, su una piccolissima isoletta.Little_Baroness
Un articolo in SH2, in merito a questa tragedia rivela :
"Molti corpi giacciono sul fondo di questo lago.
Alcune persone giurano di aver visto cose spaventose: mani scheletriche allungarsi in cerca della superficie, verso le barche che vi passano sopra.
Forse sono in cerca dei loro cari"
Nella storia recente della citta', il culto di Silent Hill (apparentemente orchestrato e guidato da Dahlia Gillespie) incomincio' di nuovo ad espandersi.
Come accadde piu' di un secolo prima, una delle concause fu una serie di erbe indigene dal forte potere allucinogeno ed usate durante rituali e preghiere.
Il co-protagonista, assieme alla Gillespie, fu un certo dr.Michael Kaufmann, medico e direttore dell'Alchemilla Hospital nel centro storico di SH, il quale era il responsabile per la produzione e distribuzione di questa droga, chiamata successivamente "White Claudia".
Quest'erba allucinogena, trattata e raffinata, talvolta era somministrata in minime dosi assieme ad antidolorifici, creando dipendenza e divenendo un mezzo per controllare e manipolare parte della cittadinanza, sottoponendola ai piani del culto.
I ricavi per Kauffman erano evidenti; danaro e potere.
Un esempio lampante della potenza della White Claudia e dello stato di dipendenza da essa causata, lo si puo' leggere nel diario di Lisa Garland, un'infermiera dell'Alchemilla Hospital, la quale si prese cura di Alessa Gillespie fortemente ustionata e versante in uno stato semi-comatoso.
Documenti rinvenuti nel primo SH parlano di un'indagine della polizia locale, risultata poi infruttuosa, per smascherare i responsabili della produzione e diffusione di White Claudia.
Poco dopo, una serie di morti sospette fecero avviare una nuova indagine della narcotici, il cui risultato fu un nuovo buco nell'acqua.
Le autopsie attribuirono a cause naturali lo scatenarsi di morti da infarto, sebbene alcuni soggetti fossero relativamente giovani e fisicamente sani.
Durante questo periodo Dahlia Gillespie ebbe una figlia, Alessa.
La nascita di Alessa e' alquanto oscura ed avvolta nel mistero.alessa
In seguito ad una serie di cerimonie e riti sacrificali, Dahlia concepi' sua figlia con lo scopo di incarnare lo spirito nero di Samael, quasi fosse una specie di incubatrice per lo stesso Dio.
Col passar del tempo, Alessa crebbe come una normale bambina nonostante dimostrasse di essere in possesso di particolari poteri, i quali, ben presto, furono la causa dell'isolamento da parte dei compagni di scuola.
Sofferente per lo status di pazza o di piccola strega attribuitale dai bambini del paese, Alessa si rifiuto' di seguire le cerimonie impostole dalla madre, chiedendo di vivere come facevano tutte le bambine della sua eta'.
Dahlia rinchiuse la figlia nella sua stanza, forte del fatto che la loro casa in collina era lontana dagli occhi della cittadina.
Ben presto il mondo di Alessa divenne la sua cameretta (chi ha giocato a SH ben se la ricorda), giochi di carte e disegni su un quaderno occupavano l'intera, triste giornata.

Il passo seguente non e' stato mai molto chiaro, poiche' non si e' sicuri se la decisione sia stata presa da Dahlia in persona o dagli altri partecipanti al culto di Samael.
Dopo l'ennesimo rifiuto da parte di Alessa nel voler partecipare alla vita del culto, fu rinchiusa a chiave nello scantinato di casa, la quale fu poi incendiata.
Incendio che non fu appiccato col solo scopo di uccidere, ma usato anche con lo scopo di purificare e risvegliare l'animo nero di Samael presente in Alessa.
La piccola (di sette anni) riusci' miracolosamente a sopravvivere, rimanendo pero' gravemente ustionata e finendo in uno stato di semi-incoscenza simile al coma.
Salvata e tenuta in vita dallo stesso Samael, Alessa tento' di dividere il suo nero potere in due, facendo nascere a pochi chilometri di distanza una bambina che conosceremo con il nome di Cheryl, raccolta e cresciuta come una vera figlia da Harry Mason.
Harry intuiri' solo molto dopo che la sua amata Cheryl portava inconsapevolmente dentro di se parte dell'animo del Dio Samael.
Nei giorni seguiti Alessa, creduta morta dalla popolazione, passo' un lunghissimo periodo di degenza all'ospedale Alchemilla tra cure mediche e ripetuti bendaggi sulle ustioni (nella presentazione di SH si intravede una ragazza con i capelli neri e con bende su tutto il tronco, Alessa appunto).
Kaufmann concesse a Dahlia una camera isolata nei sotterranei dell'ospedale.
Approfittando dello stato di incoscienza in cui spesso versava la figlia e somministrandole dosi di White Claudia, Dahlia ebbe la possibilita' di controllare i poteri di Alessa (divisi, a insaputa della stessa Dahlia , in due).
Nel corso degli anni, i cultisti tentarono di far sorgere Samael, ma inspiegabilmente ogni tentativo risulto' fallimentare.
La corsa degli eventi ando' avanti per altri 6-7 anni, fino a quando una serie di circostanze non scateno' cio' che tutti conosciamo come Silent Hill.

 

SH1